USA: I semestre del 2017 record in termini di prezzi di vendita

venerdì 4 agosto 2017
Lo rivela il National Housing Report di RE/MAX

Alla fine del primo semestre 2017, il mercato immobiliare Americano segna ancora un record come in quattro degli ultimi sei mesi dell’anno, quando si è toccato i massimi mensili delle vendite. Le vendite di giugno sono aumentate dell’1,4% rispetto all’anno scorso a giugno, nel quale si era registrato il record mensile nella storia del National Housing Report.
La combinazione tra l’incremento delle transazioni e una bassa offerta (a 2.8) ha influito nell’aumento dei prezzi di vendita. Il prezzo mediano di vendita di giugno ammonta a $245.000, maggiore del 7,5% rispetto all’anno scorso, segnando un nuovo record. I prezzi sono aumentati in 50 delle 53 città analizzate.
Il numero medio di giorni sul mercato è crollato a 47, mentre l’offerta è diminuita nell’87% dei mercati.
Altri numeri:
· Trenta delle 53 città hanno registrato un aumento in termini di transazioni.
· Il prezzo mediano di vendita di giugno 2017 pari a $245.000 è il più alto nella storia del National Housing Report.
· La diminuzione dell’offerta del 15,2% da giugno 2016 continua di anno in anno. Questo è il 104esimo mese consecutivo di declino continuo dall’ottobre 2008.
· La media di giorni sul mercato di giugno è stata di 47, record del report.

“I venditori continuano a trarre beneficio dalla limitata offerta, ottenendo il massimo dalla vendita,” dice Adam Contos, RE/MAX Co-CEO. “ma gli acquirenti non devono essere scoraggiati. I tassi dei mutui sono relativamente bassi ed il mercato potrebbe prendere una svolta interessante, anche se contenuta: i dati del Labor Department hanno mostrato un calo di posti di lavoro aperti il che può significare che molti più lavoratori si concentrano sulle nuove costruzioni”.
A giugno 2017 la media dei giorni sul mercato delle case vendute è stata di 47, quattro giorni in meno rispetto alla media registrata a maggio 2017 e minore di sette rispetto allo scorso anno a giugno. I quattro mercati con la più bassa offerta di immobili sono Omaha, NE con 20, Seattle, WA con 20, Denver, CO con 21 e San Francisco, CA con 22 giorni. Si continua a registrare un maggior numero di giorni sul mercato ad Augusta, ME con 119 e Miami, FL con 85. Con numero di giorni sul mercato si intende il numero medio di giorni che intercorre dalla presa dell’incarico alla firma del contratto.
Il numero degli immobili in vendita a giugno 2017 è diminuito dello 1,2% rispetto a maggio 2017 e diminuito del 15,2% del rispetto a giugno 2016. Basata sugli immobili in vendita a giugno, l’offerta mensile di immobili è stata di 2.8, rispetto a maggio 2017 in cui ammontava a 2.6 e all’anno scorso in cui era a 3.2. Un’offerta di immobili a 6.0 rappresenta un mercato in equilibrio tra acquirenti e venditori.
A maggio 2017, 52 delle 53 aree analizzate hanno registrato un’offerta di case in vendita minore di 6.0, indicando così un “mercato di venditori”. A 6.4, Miami, FL continua ad essere l’unica città che ha visto un mercato con un’offerta maggiore di 6.0, tipicamente considerata adeguata per “un mercato di acquirenti”.
I mercati con la più bassa offerta sono San Francisco, CA a 1.0, Seattle, WA a 1.1, e Denver, CO a 1.2.

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.