iChiani: la prima CasaClima Gold del Salento

mercoledì 2 agosto 2017
I pannelli isolanti di Dow protagonisti dell'intervento di restyling di Villa Li Chiani

Una villa immersa negli uliveti delle Serre del Salento, dove fascino e vacanza sostenibile sono resi possibili dalla reinterpretazione, in chiave contemporanea, della tradizione rurale pugliese. iChiani – Charming & Sustainable Holidays a Gagliano del Capo, a pochi chilometri da Santa Maria di Leuca (LE), non è una semplice residenza per vacanze dal design moderno, ma è la prima costruzione del Salento, ideata e realizzata ispirandosi ai valori e ai principi del turismo sostenibile, ad aver ottenuto la certificazione CasaClima Gold, anche grazie all’applicazione di Xenergy, la gamma per l’isolamento termico firmata Dow.

Una villa a energia quasi zero. Realizzata agli inizi degli anni Ottanta, Villa Li Chiani, situata sull’antica via del perdono percorsa dai pellegrini per raggiungere il santuario di Santa Maria di Leuca (LE), è stata sottoposta nel 2017 a un importante intervento di restyling, firmato dall’architetto Gianfranco Marino, progettista e direttore dei lavori, caratterizzato da un’architettura leggera e dal design moderno, ma in linea con la tradizione locale, e improntato alla rigenerazione energetica per rendere l’abitazione del tutto indipendente dalle fonti di energia fossile, come attestato dalla certificazione rilasciata dall’agenzia CasaClima. La riqualificazione a cui è stata sottoposta Villa Li Chiani, oggi iChiani, ha portato da un lato a una ridefinizione funzionale degli spazi, distribuiti su una superficie di 140 mq, nonché 10mila mq di giardino di cui 800 mq attrezzati e arredati a cui è stata annessa una piscina di 40 mq con solarium. I materiali utilizzati esaltano i colori tenui della pietra salentina e il bianco degli ambienti dona luminosità e freschezza, sintesi perfetta tra lusso e tradizione.
Dal punto di vista energetico sono stati eseguiti diversi interventi volti a ottenere prestazioni talmente elevate da classificare iChiani come edificio a energia quasi zero (nZEB), sia in regime estivo sia in regime invernale. La struttura ha Classe energetica A4 (0,00kWh/mq anno) secondo il D.Lgs 192/2005, Classe energetica CasaClima Gold (0 kg Co2/mq anno), Scala di prestazione ITACA 4 e un impianto di banda larga conforme alla legge 164/2014 Edificio 2.0. Per conseguire questo importante obiettivo si è proceduto con la sostituzione integrale dei vecchi serramenti con nuovi infissi certificati, con la ridefinizione geometrica delle aperture esterne mediante la realizzazione di ampie vetrate, con l’isolamento termico dell’involucro installando un sistema a cappotto (con conseguente eliminazione dei ponti termici), con l’installazione di sistemi di schermatura solare, di un impianto di ventilazione meccanica controllata, di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia e, infine, di un impianto solare termico a circolazione forzata per la produzione di acqua calda sanitaria. Non manca nemmeno la colonnina per la ricarica di autoveicoli elettrici.

Isolamento termico innovativo. “L’applicazione delle lastre Xenergy di Dow si è rivelata fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi di isolamento termico e abbattimento energetico prefissati per questo progetto. Abbiamo scelto i prodotti Dow, azienda leader nel settore, per le loro elevate prestazioni in grado di garantire eccellenti livelli in materia di isolamento, uno dei parametri fondamentali per il conseguimento della certificazione CasaClima Gold”. Con queste parole l’architetto Marino spiega le ragioni della scelta delle soluzioni Dow per iChiani, alla cui cerimonia di inaugurazione ha partecipato anche Teresa Bellanova, vice ministro alle Politiche Energetiche.
In particolar modo, durante l’intervento di restyling, si è proceduto all’applicazione di lastre Xenergy Sl, sia in pavimentazione sia in copertura, lastre Xenergy Etics per la fascia di zoccolatura della muratura e lastre Floormate 700-Ap in copertura per il taglio termico e l’eliminazione dei ponti termici. Per un efficace isolamento della pavimentazione della villa salentina che evitasse una notevole dispersione termica sono stati posati sopra la vecchia pavimentazione in ceramica circa 150 mq di Xenergy Sl spessore 160 mm. Caratterizzate da profili battentati sui quattro lati e superficie liscia con pelle ottenuta con tecnologia di estrusione, le lastre in polistirene espanso estruso monostrato brevettate da Dow si contraddistinguono per la loro resistenza termica, pari a 5 m2·K/W, e per valori di conducibilità pari a 0,032 W/m·k secondo la EN13164, metodo di prova EN12667. Gli stessi valori di conducibilità caratterizzano anche le lastre Xenergy Sl spessore 200 mm (che presentano invece una resistenza termica pari a 6,25 m2·K/W) applicate in copertura, per un totale di circa 180 mq di polistirene espanso estruso altamente resistente alle azioni di gelo e disgelo, all’assorbimento d’acqua e all’invecchiamento, elementi fondamentali per l’isolamento di un tetto piano, che vanta inoltre un’eccellente resistenza a compressione con il 10% di schiacciamento metodo di prova EN826 ≥ 300kPa, per sopportare al meglio il peso dell’impianto fotovoltaico e dell’impianto solare termico posati a raso della copertura. Per la zoccolatura della muratura perimetrale di iChiani, alta 60 cm, sono stati invece utilizzati i pannelli Xenergy Etics, applicati in prossimità della muratura realizzata in calcestruzzo cellulare aerato autoclavato. Caratterizzate da una superficie ruvida, ottenuta con tecnologia di fresatura e appositamente studiata per favorire la presa dell’adesivo nella parte a contatto con la parete, e spigolo vivo sui quattro lati, le lastre in Xps firmate Dow sono state scelte per questo tipo di applicazione in virtù sia della loro elevata resistenza meccanica e sia della loro resistenza all’assorbimento d’acqua e all’umidità di risalita che le rende la soluzione ideale rispetto ad altri tipi di materiali coibenti.
Oltre a tutte queste importanti caratteristiche, Xenergy si contraddistingue dagli altri materiali, rappresentando un’innovazione per l’isolamento termico, per essere espanso con sola aria nelle celle e additivato di un attenuatore di infrarossi consentendo di ottenere fino al 20% in più di potere di isolante. Le lastre sono inoltre esenti da Hcfc e Hfc e, quindi, libere da sostanze dannose per lo strato di ozono e conformi ai requisiti della Direttiva Europea EC2037/2000, nonché espansa con anidride carbonica riciclata (CO2). Grazie a tutte queste eccellenti proprietà, unitamente ad altre scelte progettuali, la gamma Xenergy si è rivelata la soluzione ideale che ha permesso di raggiungere altissimi standard di efficienza energetica con un fabbisogno pari a 2 kWh/m2a, migliorando il comfort della villa, per offrire agli ospiti della struttura una vacanza all’insegna del benessere.

Chi è Dow. Nel comparto dell’edilizia Dow è da tutti riconosciuta come l’azienda che ha inventato l’Xps, creazione che risale al 1941. Inizialmente il prodotto venne usato per le sue proprietà galleggianti dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, poi, scoperte anche le alte caratteristiche di isolamento termico, nel 1944 venne registrato il marchio Styrofoam per la commercializzazione delle lastre in Xps prima sul mercato americano e poi in tutto il mondo.

 

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.