Economia immobiliare: disponibile online il nuovo QEI di Tecnoborsa

mercoledì 26 luglio 2017
Approfondimento a 360 gradi sul settore, dalla politica macroprudenziale alla sicurezza in casa

E’ stato pubblicato online il numero di Gennaio/Giugno 2017 dei Quaderni di Economia Immobiliare – QEI, il periodico semestrale di Tecnoborsa. Il primo Quaderno di quest’anno propone in apertura un capitolo sul tema della politica macroprudenziale per il settore immobiliare a tutela della stabilità del sistema finanziario. Infatti, la crisi finanziaria iniziata nel 2007-2008 ha evidenziato i punti vulnerabili in gran parte riconducibili all’interazione e alla composizione delle scelte dei singoli operatori che determinano effetti di sistema e, da questa situazione, è emersa l’esigenza di integrare la vigilanza microprudenziale con una nuova politica macroprudenziale volta a mitigare il rischio sistemico sia di natura ciclica sia di natura strutturale. In questo contesto il finanziamento degli investimenti in immobili riveste un ruolo fondamentale come hanno dimostrato gli anni più recenti e il testo illustra dettagliatamente le istituzioni preposte e gli strumenti posti in essere con la riforma del sistema europeo di supervisione finanziaria, nonché le principali misure macroprudenziali adottate in Europa nel settore immobiliare e il quadro analitico che consenta di valutare l’approssimarsi di rischi per la stabilità finanziaria che la Banca d’Italia ha elaborato per limitarne l’impatto nel caso in cui si dovessero manifestare.

Il secondo capitolo torna ancora a illustrare e approfondire sui Quaderni i contenuti del Nuovo Codice Appalti uscito un anno fa. In particolare, questo nuovo contributo si incentra sul Correttivo, ovvero sulla revisione del Codice stesso, resosi necessario per rettificare alcuni errori materiali e refusi e, soprattutto, per una modifica sostanziale di alcuni istituti in esso contenuti, onde rilanciare il settore degli appalti pubblici – specie in ambito edilizio e delle grandi infrastrutture.

Infine, nei capitoli finali vengono pubblicate le prime due parti dell’Indagine 2017; infatti, a cadenza biennale il Centro Studi sull’Economia Immobiliare di Tecnoborsa analizza i trend delle famiglie che vivono nelle sei maggiori città italiane – Roma, Milano, Torino, Genova, Napoli e Palermo – nel loro rapporto con il mercato immobiliare. La prima parte, nel terzo capitolo, presenta i dati relativi alle transazioni effettuate nel biennio 2015-2016 e quelle previste nel biennio 2017-2018, insieme al parallelo andamento dei mutui. Invece, la seconda parte, nel quarto capitolo, affronta nuovamente il tema della sicurezza in casa, già esaminato nel 2009 e nel 2015 e l’analisi parte dalle intrusioni di terzi, approfondendo sui temi della percezione di sicurezza o meno nella propria zona e nella propria casa, i maggiori timori e l’adozione di misure di protezione, anche contro i danni economici che possono derivare da furti, rapine o atti vandalici, sino alla stipula di eventuali coperture assicurative per tutelare sé stessi e i propri familiari in casa. Nel prossimo QEI n. 27 Luglio/Dicembre 2017 verranno pubblicati infine i risultati su intermediazione e valutazione immobiliare, a completamento dell’Indagine Tecnoborsa 2017.

 

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.