Abimis e il design a specchio

giovedì 20 aprile 2017
Oggetti del desiderio per molti appassionati che chiedono di poter vivere all’interno della propria casa un’esperienza simile a quella dei ristoranti, le cucine professionali necessitano di un’estetica meno rigorosa quando conquistano gli ambiti domestici. La loro fredda funzionalità deve lasciare spazio a forme più eleganti ed è proprio con l’idea di armonizzare praticità d’uso e […]

Oggetti del desiderio per molti appassionati che chiedono di poter vivere all’interno della propria casa un’esperienza simile a quella dei ristoranti, le cucine professionali necessitano di un’estetica meno rigorosa quando conquistano gli ambiti domestici. La loro fredda funzionalità deve lasciare spazio a forme più eleganti ed è proprio con l’idea di armonizzare praticità d’uso e attenzione al dettaglio che Abimis ha sviluppato, in collaborazione con l’architetto Alberto Torsello, il modello di cucine su misura Ego.
La composizione di Ego è interamente in acciaio AISI 304 ma le linee squadrate, tipiche dei grandi impianti della ristorazione professionale, sono qui “ammorbidite” dalle ante raggiate, perfettamente integrate nella struttura, dalla finitura orbitata a mano e dalle maniglie arrotondate.
Sono proprio questi gli elementi che fanno di Ego un programma ideale per gli spazi residenziali, e che, in occasione della Milano Design Week 2017, hanno acquistato nuove e ricercate varianti, per accostamenti sempre più versatili.
La finitura dell’acciaio AISI 304 è ora disponibile anche nella versione lucida: i blocchi che compongono la cucina, ideati e costruiti ad hoc in base a ciascun progetto, possono infatti essere caratterizzati da un effetto a “specchio”, con sfumature cangianti in grado di regalare alla cucina l’immagine di un prezioso monolite. La nuova finitura dimostra, ancora una volta, l’attenzione di Abimis nella lavorazione artigianale: è infatti realizzata interamente a mano, mediante trattamenti articolati in più fasi.
Dalle ultime finiture introdotte, disponibili a partire dalla Milano Design Week, alla misura dei blocchi, mai standard, sino al particolare della maniglia, Ego è quindi un progetto i cui componenti possono essere selezionati a seconda delle necessità, con il risultato di un arredo sartoriale, ergonomico, ma anche emozionale, ideale per far rivivere l’esperienza della cucina professionale all’interno della casa.

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.