Torino:Aaumentano le compravendite nel capoluogo in trasformazione

martedì 14 novembre 2017
Nel primo semestre del 2017 a Torino i prezzi hanno registrato un ribasso dell’1,0%. Gli immobili in città dal 2008 hanno perso il 41,5%, un dato comunque abbastanza in linea con quello nazionale. L’analisi dell’offerta evidenzia una percentuale più elevata di trilocali (36,5%), a seguire il bilocale (34,6%). L’analisi della disponibilità di spesa vede una […]

Nel primo semestre del 2017 a Torino i prezzi hanno registrato un ribasso dell’1,0%. Gli immobili in città dal 2008 hanno perso il 41,5%, un dato comunque abbastanza in linea con quello nazionale.
L’analisi dell’offerta evidenzia una percentuale più elevata di trilocali (36,5%), a seguire il bilocale (34,6%).
L’analisi della disponibilità di spesa vede una notevole concentrazione nella fascia più bassa quella fino a 119 mila € (41,6%).
I tempi di vendita sono in diminuzione e si aggirano intorno a 142 gg.
L’agenzia delle Entrate registra su Torino un aumento delle compravendite: nel 2016 sono state realizzate 12.342 transazioni in aumento del 26,4% rispetto ad un anno fa. Nel primo semestre dell’anno in corso le compravendite sono state 6573 con una crescita del 5,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.
L’analisi delle compravendite realizzate attraverso le agenzie del Gruppo Tecnocasa evidenzia che nel 78% dei casi si acquista l’abitazione principale, segue il 22% di chi compra per investimento. Da segnalare un aumento della componente ad uso investimento.
Nel primo semestre del 2017 i canoni di locazione a Torino hanno registrato un aumento dell’1,2% dei canoni dei bilocali ed un calo dello 0,1 e dello 0,6% rispettivamente per bilocali e trilocali.
I canoni medi mensili sono di 260 € per il monolocale, 360 € per il bilocale e 460 € per il trilocale. L’analisi dei contratti di locazione stipulati dalle nostre agenzie evidenzia che il 56% lo fa per esigenza abitativa, il 32,7% per motivi di lavoro e l’11,3% per motivi di studio. Interessante il dato che registra il 64,5% dei contratti a canone concordato.

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.