Giochi di spazi e luce: Turati Boiseries firma nuovo progetto a Milano

venerdì 27 ottobre 2017
L'eleganza di un palazzo anni '30 esaltata dalla tailor made inspiration

Tailor made è il file rouge che contraddistingue il nuovo progetto realizzato da Turati Boiseries. È infatti l’atmosfera elegante, quasi aulica, del palazzo anni ’30 nel cuore di Milano che contraddistingue la location, ultima sfida di design firmata Turati. Ampie scalinate e pareti solide, ricche di storia, sono il preludio che accompagnano alla residenza al quarto piano protagonista delle opere artigiane dell’azienda brianzola.

Ottimizzare gli spazi e ridefinire la separazione tra i locali è stata la mission che ha messo alla prova il made by Turati. Il progetto si è, infatti, proposto di creare soluzioni utili a migliorare la qualità abitativa della residenza, sfruttando al massimo le aree disponibili senza mai tradire l’architettura della stessa. La realizzazione di Turati è partita dall’elemento decisivo di ogni abitazione, l’ingresso e il corridoio, dapprima angusti e poco funzionali ed ora più luminosi e ampi grazie a soluzioni custom made che hanno permesso di conciliare da un lato le esigenze della committenza e dall’altro quelle strutturali e ambientali. Ante, vani interni di diversi profondità e sagomatura, trovano nelle boiseries bianche dalla linea ultra classica un delicato, quanto caratteristico connubio arricchito dalla preziosità marmorea del pavimento, anch’esso sulle tonalità del bianco con inserti in nero. La boiserie sembra accompagnare con garbo e funzionalità il perimetro del corridoio offrendo nuove prospettive per sfruttare lo spazio e dare significato a un’area della casa considerata solo di passaggio. L’impianto d’illuminazione a LED del soffitto, sapientemente inserito all’interno della boiserie, conferisce inoltre luminosità e freschezza alla zona.

La progettazione di Turati si esprime anche nella magnificenza della porta a scrigno total white, impreziosita da decorazioni originali in stile rinascimentale intagliate nel legno – rigorosamente a mano – seguendo le regole della tradizione artigiana. La porta compare e scompare in maniera “maestosa” sotto gli ordini del padrone di casa che può optare per uno spazio chiaro e aperto oppure scegliere di creare attesa sul living, chiudendo lo scrigno tra soggiorno e studio, rivelando così l’estro artistico dei dettagli decorativi. L’opera di Turati Boiseries trova inoltre spazio in una libreria su misura modello Classmode – a parete – che grazie a giochi di spazi e materici dona armonia al living. Vera chicca del complemento d’arredo è la divisione asimmetrica dei ripiani che gelosamente si ergono a custodire libri d’autore oppure possono diventare, grazie all’elemento vetro e al fondale oro, delle piccole teche illuminate dove contenere preziosi e suppellettili proprio come in una mostra d’arte. Inoltre, lo stile delle decorazioni sul lato superiore della libreria riprende i dettami del gusto classico tanto celebrato da Turati, conferendo un’aria regale all’arredo.

Un’altra prova da maestro per Turati Boiseries che con le proprie soluzioni customizzate riesce a conquistare anche le esigenti richieste della committenza meneghina per un risultato d’autore in grado di offrire soluzioni funzionali e esaltare l’architettura e la poesia della residenza anni ’30.

 

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.