La casa più ecologica d’Italia ospite a Modena

martedì 15 novembre 2016
Prosegue la 'Settimana della Bioarchitettura e della Domotica', domani il punto sulla rigenerazione urbana e sugli NZEB

Prosegue in Casa Ecologica a Modena la Settimana della Bioarchittettura e della Domotica che ha preso il via lunedì 14 novembre e proseguirà fino a venerdì 18, proponendo soluzioni e case history sul progettare, costruire e riqualificare green. Domani, 16 novembre, si parte con un seminario tecnico dedicato alla rigenerazione urbana sostenibile: azioni, studi, ricerche e best practice per la trasformazione e riqualificazione delle aree urbane e la salvaguardia dell’ambiente. Si farà il punto della situazione su opportunità e strategie per restituire nuova qualità ambientale, economica e sociale a quartieri degradati limitando la dispersione urbana e riducendo gli impatti ambientali insiti nell’ambiente costruito. Obiettivo NZEB: materiali, innovazione, ricerca, opportunità e mercato: questo il titolo del workshop del pomeriggio, un percorso verso la costruzione di edifici a energia quasi zero, dalla progettazione all’innovazione tecnologica, passando per il mercato. Un’occasione preziosa di aggiornamento per i professionisti frutto della collaborazione sinergica con il mondo della ricerca, delle aziende produttrici e del mercato per approfondire questi nuovi modi di costruire con attenzione alle certificazioni e alle valutazioni ambientali come spinta innovatrice che trainerà il settore verso il futuro. Non da ultimo il punto sui materiali: dal legno cemento con Isotex, allo Xlam con Sistem Costruzioni con il quale è stata realizzata Casa Monica, il primo edificio residenziale in Italia certificato Gbc Home Platinum, la casa più ecologica d’Italia, passando per la canapa come isolante con Caparol Italia. L’evento è promossa da Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola. Le sessioni, soggette all’attribuzione di CFP da parte di Ordini e Collegi professionali, sono a ingresso libero e gratuito.

 

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.