Casa a energia quasi zero: presentato il progetto di Benevento

sabato 30 gennaio 2016
Presentato il progetto dell'Università del Sannio per nZEB di 67 mq, prototipo della futura casa privata in Italia

Sarà costruita con materiali rispettosi dell’ambiente, capaci di favorire il risparmio energetico e avrà sistemi per produrre energia autonomamente. È la casa a energia quasi zero, nZEB (nearly Zero Energy Building) che sarà costruita a Benevento. Con una superficie di 67 mq, sarà il primo edificio sperimentale di questo tipo in Campania, e fra i primi in Italia. Sarà costruito sui suoli dell’Università del Sannio sotto il coordinamento di Giuseppe Peter Vanoli del Dipartimento di Ingegneria. Il progetto è stato presentato a Napoli presso l’Unione Industriali, durante l’evento organizzato da Distretto Tecnologico per le Costruzioni Sostenibili Stress, Università del Sannio e Università Federico II. Quest’ultima ha curato la progettazione architettonica con il gruppo coordinato da Mario Losasso e Alessandro Claudi de Saint Mihiel. La casa a energia quasi zero avrà le caratteristiche che le nuove abitazioni private in Italia dovranno avere a partire dal 31 dicembre 2020. Inoltre la casa avrà infissi ad alte prestazioni e ricorrerà a fonti rinnovabili e a sistemi geotermici per la produzione di energia e per il riscaldamento. L’edificio sarà anche “intelligente” grazie alla domotica e a internet che permetteranno a oggetti ed elettrodomestici di comunicare dati e accedere a informazioni.

 

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.