Design autoprodotto: i vantaggi di una rete di consulenza

sabato 23 gennaio 2016
Architetti e designer promuovono Make My Design, le aziende del legno-arredo insieme per aiutare i creativi nel realizzare la propria idea progettuale

Sta riscuotendo successo il network Make My Design, la rete di aziende italiane provenienti dal settore legno-arredo che punta a colmare il gap tra offerta e richiesta mettendo a disposizione di architetti, designer e progettisti un servizio di consulenza tagliato su misura che permette, a chi lo richiede, di ottenere un feedback sugli aspetti di fattibilità dei progetti esposti. Avviata all’inizio del 2015, la rete MMD coinvolge nove aziende (Contorpress, Giada, Italcurvati, MM Tappezzeria, Mocchiutti, Quattroventi, Stacco, Tiver e Woodcraft), tutte provenienti dal Distretto della Sedia del Friuli Venezia Giulia. Ognuna con competenze specifiche in settori complementari (essiccazione, taglio, curvatura e levigatura del legno, lavorazioni CNC, tappezzeria, imbottitura, verniciatura e produzione di prototipi), le aziende lavorano sinergicamente per accompagnare i designer nel percorso di realizzazione della propria idea progettuale: inizialmente con un feedback gratuito da parte di tutte le aziende su parametri tecnici di base e poi formalizzando un preventivo di spesa per un’analisi più approfondita o, nel caso ci sia l’intenzione a commissionare la realizzazione del prodotto, per la sua prototipazione.

Tra gli architetti che si sono affidati alla rete c’è anche Agnese Baggio, che commenta così la sua esperienza: “Svolgo questa professione dal 2003 collaborando con aziende sia italiane che estere. Quest’anno ho voluto avviare un progetto indipendente e, dopo una lunga ricerca per trovare delle aziende che potessero sostenermi nel mio lavoro, sono felicemente venuta a conoscenza della rete Make My Design. Consiglio questo canale a tutti coloro che stanno pensando ad un progetto di design autoprodotto in quanto permette di instaurare un dialogo diretto con aziende competenti e affidabili e quindi un confronto costruttivo e di arricchimento”.

“Ciò che più ho apprezzato della consulenza offertami dalla rete è stata la serietà e la competenza. I feedback sono stati immediati e mi hanno permesso di avere una prima valutazione di base gratuita davvero strutturata”, afferma l’architetto Cristina Giordani, che prosegue: “Inoltre, ho trovato interessante la disponibilità nell’offrire, in collaborazione con lo studio legale Glp, informazioni mirate sulla tutela dell’idea progettuale, un aspetto da non sottovalutare soprattutto in un periodo come questo in cui è sempre più difficile difendere la proprietà d’autore”. Make My Design ha concquistato un pubblico di specialisti grazie ad una consulenza strutturata, alla rapidità di risposta e alle competenze sviluppate con anni di lavoro in un contesto dinamico come quello del Distretto della Sedia. Per accedere alla prima fase gratuita del servizio è sufficiente compilare il form presente sul sito di Make My Design e allegare il proprio progetto in formato PDF seguendo le istruzioni indicate.

 

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.