Nuda proprietà, si può pagare anche a rate

martedì 26 agosto 2014
Non esiste soltanto il versamento in unica soluzione: si possono concordare mensilità definite e persino vitalizi

Anche per la nuda proprietà è possibile concordare un pagamento a rate. Come spiega Il Sole 24 Ore dello scorso 31 luglio, in questo caso la proprietà viene trasferita a un prezzo saldato in parte con un anticipo e in parte con mensilità definite, che possono essere annualmente indicizzate e, in caso di morte del venditore, continuano a esser pagate agli eredi, fino alla scadenza. Si tratta, in sostanza, di una sorta di finanziamento concesso direttamente dal venditore all’acquirente. L’estinzione del debito è in ogni caso indipendente dal godimento dell’immobile.

Esiste, inoltre, anche una terza formula, quella del pagamento con rendita vitalizia: si versa un acconto e si stima una rendita mensile, ma il numero dei pagamenti dipende da quanto sopravvive il venditore. Un contratto piuttosto aleatorio, dato che non si può conoscere in anticipo il prezzo totale.

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.