Affitto: sotto i 1.000 euro avanti coi contanti

lunedì 10 marzo 2014
Cambia l’interpretazione della legge, basta possedere un documento che attesti l’avvenuto pagamento

Grazie a una diversa interpretazione della norma vigente dal primo gennaio 2014, si può ancora pagare l’affitto in contanti senza incorrere in sanzioni. Ai fini della tracciabilità basterà possedere un documento che attesti l’avvenuto pagamento.

Gli affitti, perciò, si potranno ancora pagare soldi alla mano, ma solo entro la soglia dei 1.000 euro. Il Ministero dell’economia ha dichiarato che il pagamento in contanti può proseguire senza alcun limite temporale, accanto alle altre forme di pagamento previste. Per garantire la tracciabilità del pagamento basterà possedere una prova documentale chiara e inequivocabile che attesti l’avvenuto pagamento.

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.