New York: il lusso conviene

giovedì 18 luglio 2013
In questo commento di Riccardo Ravasini, esperto immobiliare ed operatore sulla piazza di New York, viene analizzato il mercato residenziale della grande mela.

“Non si tratta di uno scherzo. Uno studio della società internazionale di intermediazione e consulenza Knight Frank, che è basata a Londra, indica che New York si trova solamente all’ottavo posto nella classifica delle città più costose al mondo (relativamente alla fascia ultra lusso). Secondo Knight Frank, a Manhattan $1 milione permette di comprare approssimativamente 474 piedi quadrati nel segmento ultra lusso. (Ricordo che per quanto riguarda la fascia normale $1 milione permette di comprare in media 90-100 metri quadri in ottimi palazzi). Nel Principato di Monaco, al primo posto nella classifica, $1 milione permette l’acquisto di circa 172 piedi quadrati. Al secondo posto troviamo Hong Kong (204 piedi quadrati), al terzo posto Londra (247 piedi quadrati). Dopodiché seguono Ginevra, Parigi, Singapore e Mosca, tutte più costose della nostra beneamata Grande Mela.
L’appartamento più costoso attualmente sul mercato a New York è l’attico (penthouse) al Pierre Hotel, la richiesta è $125 milioni. Questo sembra poco a confronto con la vendita di un appartamento nel condominio Hyde Park a Londra nel 2011 per $219 milioni; o la richiesta di circa $390 milioni per l’attico a Tour Odeon sito nel Principato di Monaco.
Molti esperti condividono l’idea che New York sia ancora sottovalutata rispetto alla sua vera potenzialità a livello globale. Il fatto è che, seppur l’offerta di appartamenti in vendita sia ora limitata per scarsità di prodotto disponibile, in realtà in altri mercati la stessa è ancor più limitata. Anche il costo di costruzione a New York City è competitivo a livello globale.
Se si considera tutto il mercato immobiliare degli Stati Uniti, scopriamo che l’appartamento al Pierre Hotel non è neppure la proprietà più costosa d’America. Copper Beach Farm, una super villa sul mare nel vicino stato del Connecticut, è sul mercato da maggio al prezzo di $190 milioni. Owlwood Estate, a Los Angeles vicino la famosa Sunset Boulevard è sul mercato a $150 milioni. Anche a Dallas (Texas), la proprietà Crespi Hicks ha una richiesta superiore al Pierre: $135 milioni.
Secondo Knight Frank, a Londra il prezzo per un piede quadrato di immobile di lusso è $6.122. In contrasto il prezzo medio a piede quadrato della fascia più alta di mercato (il primo 10%) a Manhattan è stato $1.925 nel primo trimestre 2013 secondo Miller Samuel (società di consulenza e statistica). E anche la media del prezzo a piede quadrato nel condominio più lussuoso di Manhattan (15 Central Park West) è stata $5.009 nei primi sei mesi dell’anno.
Quindi attenzione, se siete in cerca di un appartamento ultra lusso, New York City è la città per voi. Costa poco!

Second Avenue subway
Il giornale AM New York ha recentemente dato un utile aggiornamento sulla situazione della nuova linea metropolitana in costruzione lungo la Seconda Avenue. La prima fase è più che metà completa. Le esplosioni sotterranee che servono ad aprire la via sono quasi terminate nella zona dell’Upper East Side. Per esempio per quanto riguarda la stazione alla 86esima, i lavori per l’ultimazione della stessa (piazzamento rotaie, linee di comunicazione, energetiche e segnaletiche) dovrebbero cominciare in aprile 2014 e terminare nel maggio 2016.
Il capo della costruzione è ottimista riguardo il completamento della prima fase dalla 92esima alla 63esima strada entro la data stabilita, ovvero dicembre 2016. La fasi successive copriranno il tratto 125esima – 96esima, poi a sud dalla 63esima a Houston Street e quindi il tratto finale fino ad Hanover Square nel Financial District.
Tutte buone notizie per chi considera un investimento di lungo termine nel lato est di Manhattan. Penso che la pazienza sarà premiata.

mercato affitti
Secondo uno studio del Wall Street Journal, l’affitto medio a Manhattan ha superato la soglia di $3.000 per la prima volta. Nel primo trimestre 2013 l’incremento degli affitti è stato 1%, rispetto al trimestre precedente, per raggiungere la soglia di $3.017. La media nazionale è invece $1.062 secondo dati dell’azienda Reis. Il Journal dice che la percentuale di appartamenti disponibili (vacancy rate) è 2% a NYC contro una media nazionale del 4.3%.
Fortuna che ci si aspetta 20.000 nuovi appartamenti costruiti entro il 2015 (dati CoStar).

World Trade Center
Larry Silverstein, il principale immobiliarista a capo del progetto World Trade Center, sembra aver raggiunto un accordo di massima con l’agenzia di pubblicità GroupM. Questo fatto apre la via alla costruzione della torre numero 3 (altezza prevista 80 piani). GroupM, parte del colosso WPP, prenderà in locazione 500mila piedi quadrati (dei totali 2,5 milioni) nel futuro edificio per 20 anni (dicono le fonti del New York Post). Ci si aspetta che questo accordo permetta a Silverstein Properties di ottenere il finanziamento di $1,3 miliardi di debito dall’autorità portuale di New York e New Jersey necessario alla costruzione della terza torre.”
Riccardo Ravasini

www.ravarealty.com

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.