Piange il mattone modenese, ma sorride l’affitto

mercoledì 3 aprile 2013
Prezzi ed erogazioni di mutui in forte calo nel 2012, in controtendenza la stipula di nuovi contratti di locazione

Un mercato immobiliare “in difficoltà”. Così Anama Modena descrive la situazione locale del mattone. La descrizione deriva da un sondaggio condotto sul territorio in collaborazione con le agenzie Tecnocasa che ha rilevato un forte incremento delle criticità nel settore. Sul tutto incide la crisi economica, come anche la stretta creditizia.

A livello provinciale, riporta la Gazzetta di Modena, l’affanno del mercato è generalizzato: nel 2012 i prezzi degli immobili sono calati del 5,1% rispetto a un anno prima. Marcate poi le differenze tra il costo delle nuove costruzioni e quello degli immobili usati, con le case esistenti che tendono a deprezzarsi sempre più e il nuovo che continua a valorizzarsi. I costi degli immobili residenziali a Modena si aggirano mediamente sui 1.400-1.500 €/mq per l’usato e sui 1.950 €/mq per il nuovo.

Si allungano i tempi delle trattative, con una media di 12 mesi per concludere un affare, e si flette anche il mercato provinciale dei mutui, con una contrazione annua del 55,11% dei volumi erogati nel terzo trimestre 2012. Ma a Modena c’è un segmento di mercato che si muove in completa controtendenza ed è quello dell’affitto: i contratti di locazione sono aumentati di oltre il 10% nel 2012 mentre i canoni si sono ridotti del 5%, mostrando un segmento piuttosto vivace.

articolo visto sulla Gazzetta di Modena

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.