Rifiuti: Napoli la città più costosa

giovedì 7 marzo 2013
Spesa cresciuta del 2,8% in un anno, aumento record a Bari

Napoli, Salerno e Siracusa sono le tre città più costose d’Italia per la bolletta dei rifiuti. E’ quanto mostra un rapporto dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva sul servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani su tutti i capoluoghi di provincia. La classifica 2012 delle città più care, come si diceva, pone sul primo gradino del podio Napoli con 529 euro, seguita da Salerno con 421 euro e Siracusa con 407 euro.

La spesa media per famiglia, spiega Cittadinanzattiva, è stata di 253 euro, in aumento del 2,8% rispetto al 2011. L’aumento è stato a due cifre otto città: guidano la classifica degli aumenti Bari (+30%), Messina (+22%) e Firenze (+21%). “La ricerca mette in luce due tristi realtà,” ha dichiarato Tina Napoli, responsabile area consumatori di Cittadinanzattiva,”da un lato emerge che il servizio non migliora mentre i costi sono sempre maggiori, dall’altro che l’Italia sconta un ritardo ormai grave rispetto al resto d’Europa“.

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.