USA: la ripresa è reale

mercoledì 27 febbraio 2013
Prezzi e compravendite di case ancora in aumento a gennaio

Il mercato residenziale statunitense ha avviato il 2013 su livelli ancora più elevati rispetto allo scorso gennaio. E’ quanto si legge nell’ultimo Re/Max National Housing Report, secondo cui il mese scorso la ripresa è proseguita, con vendite in aumento del 9,1% e prezzi in crescita dell’8% rispetto a un anno prima. La diminuzione dell’inventario, si legge nello studio, rappresenta un fattore allo stesso tempo positivo e negativo per il processo di ripresa del mattone a stelle e strisce: se da una parte i valori degli immobili sono aumentati – il che è di grande aiuto per i proprietari, i quali avevano visto dimezzarsi le quotazioni dei propri beni rispetto al prezzo d’acquisto -, dall’altra si è anche generata una carenza di case in vendita per i potenziali acquirenti. L’inventario di abitazioni sul mercato rimane inferiore del 28,9% rispetto ai livelli registrati nel mese di gennaio 2012, ma, con meno immobili in sofferenza e un’offerta ridotta, i venditori di case potrebbero anche essere persuasi a mettere il cartello “For Sale” sui propri immobili. Grazie a questi presupposti, il mercato immobiliare Usa dovrebbe proseguire con una robusta ripresa durante tutto l’anno.

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.