Tedeschi a caccia di occasioni nel Bel Paese

martedì 12 febbraio 2013
La crisi ha fatto scendere i valori dei nostri immobili e sono sempre più numerosi gli investitori in arrivo dalla Germania

I tedeschi sono tornati ad affacciarsi sul panorama immobiliare italiano a caccia di occasioni. Oggi, a causa della crisi, si è tornati a una situazione simile a quella di vent’anni fa, quando in Germania una serie TV di grande successo intitolata “Ein Haus in der Toskana” rappresentava il sogno di migliaia di tedeschi. Come spiega un articolo di ItaliaOggi, i prezzi delle case in Italia scendono e loro comprano.

Ma rispetto a vent’anni fa una differenza sostanziale esiste: prima i tedeschi compravano solo in Toscana, ora in tutta Italia. Da un confronto tra le inserzioni immobiliari di 23 paesi europei, l’Italia risulta al primo posto e propone nuove zone come la riviera del Conero e il Salento. Gli italiani, spiega ai connazionali il supplemento immobiliare del giornale tedesco Welt am Sonntag, devono pagare l’Imu e le banche sono restie a concedere crediti. I tedeschi, invece, hanno la liquidità necessaria e non hanno carichi fiscali per case all’estero.

In Italia i prezzi sono calati del 20-30 per cento dal 2008, mentre in Germania continuano a salire. Gli italiani, prosegue ItaliaOggi citando la Welt, vanno a Berlino e comprano di tutto, spesso senza vedere gli appartamenti. Sono anche i migliori clienti nella zona di Tessin, in Svizzera: nel 2011 hanno comprato immobili e terreni per 81 milioni di franchi (€66 mln), il 50% in più rispetto all’anno precedente; e i dati per il 2012 dovrebbero essere ancora superiori. In Italia avviene, invece, il contrario: i proprietari vendono per sfuggire alle tasse e i migliori clienti sono proprio i tedeschi.

Nella fascia superiore, tuttavia, i prezzi non sono calati, anzi sono cresciuti in media del 9% negli ultimi due anni. Fabrizio Morelli, agente immobiliare milanese specializzato in case di lusso, ha di recente venduto una villa a Punta Capaccia, in Costa Smeralda, per oltre 100 milioni di euro. L’agente è riservato, ma la Welt am Sonntag pretende di conoscere il nome del venditore: Carlo de Benedetti.

articolo tratto da ItaliaOggi

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.