Emergenza sfratti a Firenze

giovedì 21 giugno 2012
Sindacato "Lotta per la casa" protesta davanti alla prefettura

Dodici stabili occupati e numerose famiglie che potrebbero trovarsi in un attimo senza casa nè lavoro. Questa la situazione portata in piazza a Firenze da Lorenzo Bargellini, a capo del sindacato Lotta per la casa, il quale, si legge su La Nazione, ha manifestato martedì con decine di persone davanti alla prefettura per chiedere “più umanità e la sospensione di almeno un anno di tutti gli sfratti e sgomberi di stabili occupati”. Tetre le parole di Bargellini: “Abbiamo paura dell’esasperazione estrema. Già ora ci sono episodi di autolesionismo o di rabbia“.

A Firenze, secondo le stime del sindacato, sono ormai 5mila i nuclei familiari su cui incombono provvedimenti esecutivi di sfratto, nella maggioranza dei casi per morosità. “Davanti a una situazione drammatica – si legge nel comunicato di Lotta per la casa – le istituzioni come il Comune offrono una manciata di alloggi di edilizia pubblica che non coprono neanche l’1% del fabbisogno reale. Manca il coraggio di affrontare la situazione”.

Un bagliore di luce arriva dal rinnovato dialogo con i rappresentanti istituzionali. Durante la manifestazione, mentre entrava in Regione, l’assessore alle politiche abitative Salvatore Allocca si è fermato a parlare con Bargellini. L’assessore ha dichiarato di essere molto preoccupato per la situazione e di voler affrontare a livello istituzionale il problema, anche se i continui tagli statali e la crisi non aiutano certo a trovare soluzioni immediate.

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.