Tengono i prezzi in Liguria, ma non a Genova

venerdì 16 novembre 2012
Valori in calo nel capoluogo, stabili altrove

Se i prezzi delle case rimangono generalmente stabili in Liguria, non è così per il suo capoluogo. Genova è infatti l’unica città della regione ad avere registrato negli ultimi tre mesi una cospicua contrazione dei valori immobiliari, con il costo medio per un’abitazione che è passato dai 4.480 €/mq di agosto agli attuali 4.460 €/mq. E non è soltanto il settore casa ad accusare il colpo: a Genova anche uffici ed immobili ad uso terziario valgono oggi meno di quanto valessero tre mesi fa, con una media attuale di 3.660 €/mq a fronte dei 3.670 emersi dall’ultima rilevazione. E’ quanto si può evincere dal raffronto tra i prezzi registrati periodicamente dall’istituto di ricerche Scenari Immobiliari.

Al contrario di quanto avviene nel capoluogo regionale, le case sembrano resistere sui propri valori nel resto della Liguria, con 3.410 €/mq per Imperia, 3.300 €/mq a La Spezia e 3.180 €/mq a Savona. Ma se i beni residenziali si difendono, sono colpiti invece altre tipologie di asset come quelli industriali, con prezzi in calo sia a Imperia (480 €/mq) sia a La Spezia (560 €/mq).
La performance trimestrale migliore è quella di Savona che, nel generale trend negativo che caratterizza il mercato immobiliare, perlomeno si mantiene sugli stessi livelli di agosto. Intoccate, infine, in tutta la regione le quotazioni degli immobili commerciali adibiti alla piccola distribuzione.

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.