Edilizia abitativa sociale, spendere meglio, non meno

martedì 23 agosto 2011
Al percorso di razionalizzazione della spesa pubblica non sfugge neppure il Piano straordinario di edilizia abitativa sociale messo in atto dalla Giunta della provincia Autonoma di Trento. Si tratta però di spendere meglio le risorse disponibili, evitando cioè gli sprechi, senza per questo porre uno stop ai programmi già in corso
Edilizia abitativa sociale, spendere meglio, non meno

L’assessore alla salute e politiche sociali della Provincia Autonoma di Trento, Ugo Rossi, fa sapere che non è all’attenzione della Giunta alcuno stop alla politica abitativa.

Non nega però che in tempi di crisi come questi ci sia la necessità di razionalizzare la spesa, vale a dire spendere meglio, non meno.

«Tutti i progetti di spesa – così Rossi – vengono attentamente valutati e costantemente aggiornati perché, sopratutto in questo particolare periodo di congiuntura economica, siano il più possibile aderenti alle effettive necessità della comunità».

E’ vero invece che proprio per razionalizzare la spesa in fatto di edilizia sociale abitativa è in atto un confronto con i Comuni per individuare il percorso che renda la spesa più mirata ed efficiente.

«Non si tratta di tagliare – aggiunge Rossi – ma di spendere bene le risorse che il Trentino ha, di essere insomma più efficienti possibile. Nella nostra provincia questo processo di valutazione e aggiornamento avviene attraverso il confronto con le autonomie locali».

In altre parole il piano straordinario di edilizia sociale abitativa non ha mai smesso di essere fra le priorità della Giunta Provinciale.

L’ITEA intanto comunica che, in attuazione appunto del Piano Straordinario per l’edilizia abitativa sociale, sono aperti cinque bandi per altrettanti alloggi che si sono resi disponibili nel Comune di Trento e in altre località della provincia (Rovereto, Pergine Valsugana e Taio).

Gli interessati all’acquisto possono partecipare alla gara, presentando offerta esclusivamente in aumento sull’importo a base d’asta (per tutti i particolari e per la scadenza consultare i singoli Bandi).

Vai al Bando

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.