Notaio, meglio la donazione (quando possibile) o la compravendita?

lunedì 31 gennaio 2011
Compravendita o donazione? Se il trasferimento della proprietà avviene all'interno dello stesso nucleo famigliare si pensa subito alla donazione. Ma conviene davvero?
Notaio, meglio la donazione (quando possibile) o la compravendita?

Chiede una lettrice, A.P.:

Salve, vorrei gentilmente una risposta al seguente quesito.

Nel 1993, con l’aiuto finanziario di mia madre, ho acquistato un appartamento intestandolo a mio figlio e facendone usufruttuaria mia madre, tuttora vivente; mio figlio ha quindi acquisito la nuda proprietà dell’appartamento.

Ora, per motivi legati alla presenza di un altro figlio e di una equa spartizione di future eredità (non mi dilungo), con il consenso di mio figlio intestatario, vorrei che la nuda proprietà venisse passata alla sottoscritta.

Quale può essere il sistema più conveniente? Quali sono le controindicazioni? A che spese vado incontro?

Ringrazio e invio cordiali saluti

Risponde il Notaio Francesco Pallino (Studio Pallino)

Francesco Pallino

Buongiorno, per trasferire l’usufrutto potrebbe optare per una donazione o per una vendita.
La prima è più conveniente da un punto di vista fiscale, scontando solo tre imposte fisse da 168 Euro nel caso in cui possa usufruire delle agevolazioni per la prima casa e della fissa di donazione oltre al 2% di imposta ipotecaria ed all’1% di imposta catastale in caso contrario.

La vendita invece sconta una imposta di registro del 3% e due fisse da 168 Euro (ipotecaria e catastale) se può usufruire di dette agevolazioni e del10% (7% di registro, 2% di ipotecaria e 1% di catastale) in caso contrario.

Dal momento che lei si sta correttamente preoccupando dei risvolti successori, però, devo avvertirla che la donazione da figli a genitori sicuramente non la mette al riparo dai pericoli che vuole scongiurare, ma anzi potenzialmente li accentua.

Pertanto, come consiglio professionale, anche in considerazione del fatto che la tassazione di cui sopra va effettuata sul valore catastale dell’immobile, propenderei senz’altro per una compravendita.

La saluto cordialmente.

Francesco Pallino

Per sottoporre un quesito al Notaio Francesco Pallino scrivere a: redazione@quotidianocasa.it

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.