Condominio, chi paga, e come, la recinzione?

lunedì 9 agosto 2010
Una rubrica tutta dedicata al CONDOMINIO e ai problemi che la gestione condominiale pone di continuo. A rispondere alle VOSTRE DOMANDE é Umberto Testa, Amministratore di Condomini. Per porre domande al nostro esperto scrivere a: redazione@quotidianocasa.it

Chiede un lettore:

Gentile Dottor Testa, volevo porre un quesito relativo alla recinzione esterna dell’edificio del mio appartamento (un pianterreno) che fa parte di un condominio con altri 15 appartamenti. Il muro divide la mia proprietà  dalla strada. Tra 2 settimane é convocata l’assemblea condominiale che svolgiamo ogni anno, all’ordine del giorno c’é l’approvazione delle tabelle millesimali, e la redazione di un regolamento condominiale. Questa recinzione é fatta in calcestruzzo, ha + di 20 anni e negli ultimi tempi sta cominciando a sfaldarsi, cadono pezzi ed é totalmente da ricostruire. Io all’assemblea farò presente ciò chiedendo appunto la ricostruzione. Come verranno suddivise le spese? teoricamente i condomini non direttamente interessati (sia perchè i loro appartamenti non insistono su questo muro, sia perchè si trovano a piani superiori al mio) possono rifiutarsi di partecipare alle spese? Posso costringerli a eseguire i lavori? Grazie

Risponde il Rag. Umberto Testa, Amministratore di condomini

La ringrazio per il titolo conferitomi ma, mi preme informarLa ed informare nuovamente tutti, come ho già  fatto più volte in queste pagine, che non sono dottore.

Il giardino é a suo esclusivo utilizzo, quindi la ripartizione avverrà  come per i lastrici solari 1/3 lei ed i due terzi tutti gli altri condomini come da art. 1126 del c.c. che così recita:
‘Art. 1126 (Lastrici solari di uso esclusivo) Quando l’uso dei lastrici solari o di una parte di essi non è comune a tutti i condomini, quelli che ne hanno l’uso esclusivo sono tenuti a contribuire per un terzo nella spesa delle riparazioni o ricostruzioni del lastrico: gli altri due terzi sono a carico di tutti i condomini dell’edificio o della parte di questo a cui il lastrico solare serve, in proporzione del valore del piano o della porzione di piano di ciascuno’.

Una volta deliberato il tutto nessuno può rifiutarsi di pagare le rate condominiali e se qualcuno si rifiutasse e nei compiti dell’amministratore in base al 1130 c.c. di recuperare le somme delle rate condominiali che così recita:

‘Art. 1130 (Attribuzioni dell’Amministratore) L’amministratore deve: 1) eseguire le deliberazioni dell’assemblea dei condomini e curare l’osservanza del regolamento di condominio; 2) disciplinare l’uso delle cose comuni e la prestazione dei servizi nell’interesse comune, in modo che ne sia assicurato il miglior godimento a tutti i condomini; 3) riscuotere i contributi ed erogare le spese occorrenti per la manutenzione ordinaria delle parti comuni dell’edificio e per l’esercizio dei servizi comuni; 4) compiere gli atti conservativi dei diritti inerenti alle parti comuni dell’edificio. Egli, alla fine di ciascun anno, deve rendere il conto della sua gestione’.

Distinti saluti

Umberto Testa

Umberto Testa cura tre siti che riguardano problematiche condominiali: www.amministratoredicondominio.info www.amministratoredicondominio.eu www.amministratoreimmobiliare.eu ed é membro del Consiglio Nazionale dell’UNAI (Unione Nazionale Amministratori d’Immobili).

Per porre domande al nostro esperto di Amministrazione di Condominio scrivere a: redazione@quotidianocasa.it

Commenti

  1. 29 agosto 2011

    Enrico Rossi

    Gentile rag. Testa: L’articolo è molto interessante. Nel mio caso, esiste una staccionata in legno che divide il mio giardino dal vialetto condominiale. Deve essere sostituita perché pericolante e fradicia. Come vanno ripartite le spese? Grazie per la sua preziosa consulenza. Enrico Rossi

    1

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.