Carta da parati, l’arte di rivestire il grigio delle città 

lunedì 20 luglio 2009
Originale omaggio di Milano a Keith Haring, artefice Giò Pagani. Che con disegni nei disegni della carta da parati ricrea il volto dell'artista sul muro delle Colonne di San Lorenzo

Per l’installazione sul Muro alle Colonne di San Lorenzo di Milano il padre della street art Keith Haring diventa protagonista di un nuovo panorama urbano immaginato.

L’artista newyorkese che per primo ha sentito l’esigenza di trasformare i grigi della città  in una tela da dipingere finisce così sull’ABSOLUT WALL, un progetto, lanciato al Salone del Mobile 2009, che si rinnova periodicamente grazie al coinvolgimento di grandi visionari contemporanei del design urbano.

Per il suo ABSOLUT WALLPAPER, Giò Pagani si avvale dell’esperienza maturata con le carte da parati firmate Wall&Decò.

Il Muro delle Colonne di San Lorenzo a Milano é solo una delle rivisitazioni artistiche che ABSOLUT VODKA sta realizzando con ABSOLUT WALLPAPER, un progetto che punta a rivestire di colore e
immaginazione le superfici urbane più grigie e in stato di abbandono anche di altre città  italiane.

Al momento non ci sono commenti dei lettori per questo articolo.

Commenta l'articolo

Per poter inviare un commento a questo articolo è necessario essere registrati al sito. Se non sei ancora un utente registrato, registrati adesso. Se sei un utente già registrato, esegui il login per inviare un commento.